Cane alano: caratteristiche e cose da sapere

8 luglio 2013 0 commenti

cane alano

Cane Alano: storia e caratteristiche

Il cane alano gode di una popolarità enorme che, tuttavia, non va al passo con la sua diffusione: nel 2011, ad esempio, in Germania sono statui riconosicuti circa 1300 esemplari contro il 1400 della Francia e i 1200 dell’Inghilterra. In Italia, invece, il cane Alano si ferma intorno alle 1000 iscrizioni. E’ importante sottolineare, però, che dalla fine del 2012 è stato ammesso un nuovo standard bianco con macchie nere. Si tratta di un cambiamento molto importante che concede agli Alani merli o a quelli grigio arlecchini si partecipare alle esposizioni.

Il cane Alano è buono almeno quanto è grande: in famiglia, questo cane è sicuro di se, equilibrato, docile, affettuoso e molto legato ai bambini, verso i quali ha un atteggiamento protettivo e verso cui ha tantissima pazienza, dal momento che si lascia fare qualsiasi cosa senza mai perdere la pazienza. Nonostante sia grande, il cane alano in casa riesce ad essere poco ingombrante ed è capace di muoversi con grande delicatezza; è tendenzialmente pigro e ama sonnecchiare sul tappeto o sul divano senza dare fastidio. Inoltre, il cane Alano abbaia poco. E’ un cane quasi del tutto privo di aggressività e anche se nella maggior parte dei casi appare molto rilassato, è comunque adatto a fare da guardia e – all’occorrenza – sa essere anche aggressivo. Si tratta di un cane che si educa facilmente anche perché è intelligente e ricettivo nell’apprendimento. E’ molto importante, però, che i padroni siano coerenti con lui stabilendo le cose che si sono concesse e quelle che gli sono vietate con molta precisione. In generale, verso gli estranei ha sempre un atteggiamento schivo e riservato.

Tutti i colori del cane Alano

Nel cane alano ci sono diverse colorazioni ammesse:

  • colore fulvo: si tratta di un colore giallo oro che varia da quello chiaro a quello intenso con maschera nera. In generale, sono poco desiderate le macchie bianche al petto e ai piedi.
  • Colore tigrato: varie tonalità di tigrature su fondo fulvo che devono essere marcate e non sbiadite. Non sono ammesse macchie bianche.
  • Colore nero: un classico è il nero lacca con l’ammissione di piccole macchie bianche al petto e ai piedi.
  • Colore blu: è un colore blu acciaio puro che, anche in questo caso, ammette macchie bianche al petto e ai piedi.
  • Arlecchino: in questo caso il cane Alano ha macchie a contorno strappato ben distribuite sul corpo.
  • Mantel: nero sul corpo, macchie bianche su muso, collo, petto e ventre.
  • Platten: colore di fondo bianco con grandi chiazze nere.
  • Grautiger o blu arlecchinato: qui le macchie nere sono distribuite su un fondo grigio con l’ammissione di piccole macchie bianche.

Cane Alano: di che cosa ha bisogno?

Sin da quando è cucciolo, il cane Alano ha bisogno di attenzioni particolari. Tra i 4 e i 6 mesi di vita, ad esempio, è importante tenere sotto controllo eventuali problemi scheletrici legati alla crescita e in particolare alla rapidità di sviluppo e alle considerevoli dimensioni raggiunte da questo cane. E’ importante, comunque, prevenire le patologie della muscolatura attraverso un’alimentazione corretta ed equilibrata che lo soddifsfi completamente nei suoi bisogni senza mai correre il rischio di eccedere. Nonostante sia un cane grande, l’Alano non può stare sempre in giardino anche perché è un cane freddoloso ma soprattutto perché ha bisogno di un forte contatto con il suo padrone. E’ necessario educarlo con coerenza per evitare che, da grande, salga sui letti o si avvicini troppo alla tavola.

Il cane Alano è un cane molto robusto ma come tutti gli altri cani di taglia enorme, non è un cane longevo ma vide in media 8 anni con delle variazioni importanti che sono registrate tra i cani che vivono in casa e quelli all’aperto. Non è un cane rustico e, per questo, le comodità di una casa lo aiutano a stare meglio.

Tra i problemi piu’ frequenti di salute ci sono quelli congeniti alle palpebre come l’entropion, che consiste nel fatto che le ciglia si ripiegano verso il globo oculare e l’ectropion, che si verifica quando la palbegra si rilassa all’esterno. Il cane alano, inoltre, soffre anche di problemi alla terza palpebra come la flessione verso le’sterno della cartilagine e il rpolasso della ghiandola lacrimale che può arrossarsi e diventare piu’ voluminosa.

Cane Alano: lo standard

Come detto, il mantello di questo cane è ammesso in diverse colorazioni: fulvo, tigrato, arlecchino e  nero o blu sono quelle principali.

La coda raggiunge il garretto: è attaccata alta e larga e si assottiglia progressivamente verso l’estremità. Quando è a riposo è distesa mentre quando il cane è eccitato si incurva a sciabola.

Le orecchie per natura sono ricadenti, sono attaccate alte e sono di media grandezza.

Il pelo, invece, è cortissimo fitto e lucente e, in generale, il corpo è grande e potente con una costituzione ben armoniosa.

Infine, la testa del cane alano è lunga e stretta, finemente cesellata con uno stop nettamente pronunciato, il tartufo sviluppato e il muso profondo e molto rettangolare. Gli occhi sono di media grandezza e hanno un’espressione viva, intelligente ma anche molto amichevole.

Nessun commento

Partecipa alla discussione

Nessun commento

Potresti essere il primo ad iniziare una discussione

I tuoi dati saranno salvati!Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non saranno condivisi con terze persone.