Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
<

Come misurare la febbre al cane

come misurare la febbre al cane

Chi pensa che i cani non possano prendere la febbre si sbaglia di grosso. Analogamente a quanto accade agli uomini, infatti, colpi di freddo, abbassamento improvviso delle temperature, correnti ed e copertura insufficiente della superficie corporea, possono compromettere lo stato di salute dei cani che possono anche soffrire di febbre alta. Chi possiede un cane, quindi, deve sapere che durante i mesi più freddi dell’anno il suo amico a quattro zampe rischia di beccarsi la febbre, se non è coperto a sufficienza o se resta per troppo tempo esposto a temperature alte.

Ma come si capisce se un cane ha la febbre?

Anche in questo caso, i sintomi dell’animale non sono poi tanto diversi rispetto a quelli che si manifestano negli esseri umani. Innanzitutto dovete prestare attenzione all’atteggiamento del vostro cane: se, generalmente, il cucciolo è festoso e vivace e all’improvviso non ha più voglia di giocare nè di mangiare, allora c’è qualcosa che non va. Nel caso di febbre, in particolare, il cane tende a stare raggomitolato in un angolino e passa la maggior parte del tempo a dormire. Inoltre, un cane con la febbre ha testa ed orecchie più calde rispetto al resto del corpo. Se il vostro cane mostra qualcuno, o tutti, questi sintomi sicuramente avrà l’influenza. Ecco come misurare la febbre al cane.

Preparare il cane alla misurazione della febbre

Non tutti i cani sono docili da lasciarsi curare facilmente. Alcuni si ribellano e cercano di mordere. Bisogna, quindi, ricorrere ad alcuni accorgimenti: innanzi tutto l’animale va messo sopra un tavolo in modo che si trovi a un’altezza più comoda per l’operatore che deve curarlo. Se tentasse di aggredire, immobilizzategli le mascelle in questo modo: prendere una fettuccia o una cordina, passatela a metà della sua lunghezza sul dorso del naso e annodate con un unico giro le due estremità sotto il muso, quindi tiratele con una certa energia, passatele dietro le orecchie e sulla nuca, tirate ancora e annodate. In questo modo il ribelle non avrà più la possibilità di aprire la bocca. Il metodo, però, non è applicabile ai cani di razza a muso corto (boxer, carlini, bulldog, pechinesi ecc.) ai quali è preferibile mettere una semplice museruola. In questa sezione vi spieghiamo come misurare la febbre al cane senza dover rivolgervi necessariamente ad un medico veterinario.

Come misurare la febbre al cane

Posto il cane su un tavolo, rialzategli la coda e introducete il termometro inumidito per una buona parte, lasciatelo per un paio di minuti, estraetelo, pulitelo con una falda di cotone e leggete i gradi sulla scala nel punto in cui sarà arrivata la colonnina di mercurio. Ricordate che la temperatura normale di un cane varia tra i 38 e i 39°, quindi non vi spaventate se il termometro oscilla tra queste misure. In questo caso, infatti, il vostro cucciolo sta benone. Nel caso in cui, invece, la temperatura corporea dell’animale superi questa gradazione è preferibile chiedere l’intervento del veterinario. In ogni caso, quando il vostro cane non è pimpante come al solito, evitate di allarmarvi e di trasmettergli ansia. L’animale, anche in questo caso potrebbe risentirne. Nel caso in cui il vostro cane sia ancora cucciolo, la temperatura normale può arrivare anche intorno ai 40°, per cui a questi livelli non dovete ancora far scattare l’allarme. In tutti i casi, invece, se la temperatura supera i 40° è importante portare il cane dal veterinario. A differenza degli esseri umani, i cani possono stare male anche quando la loro temperatura è troppo bassa. Un cane con temperatura corporea a 36°, ad esempio, sicuramente ha qualcosa che non va ed anche in questi casi è fondamentale chiamare un medico veterinario.

One Response

  1. Francesco

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *