<

Dove prendere un cucciolo di labrador

Cucciolo di Labrador

Cucciolo di Labrador: perché sceglierlo?

Un cucciolo di Labrador Retriever di otto settimane, a differenza di un cane adolescente o adulto, ha un bagaglio di esperienze minore. Non ha cattive abitudini radicate. È più che probabile che il nuovo proprietario conosca la storia del cucciolo, le vaccinazioni eseguite e il suo cibo preferito, gli orari di gioco e sonno e l’addestramento a cui è stato sottoposto. Un cucciolo potrebbe essere già addestrato al bagno e al trasportino, mentre un cane adulto potrebbe aver vissuto metà della sua vita in un rifugio, con pochi contatti umani e nessun luogo che si possa considerare un rifugio. Anche se i Labrador Retriever sono addestrabili per tutta la vita, dal punto di vista comportamentale è molto più semplice per un cucciolo. Se, per esempio, volete un cane che non salti addosso ai visitatori, sarà molto più facile addestrare un cucciolo di 7 kg a sedersi e aspettare le coccole, rispetto a un fascio di muscoli di 27kg.

Aspetti da valutare

I cuccioli possono essere “da compagnia” o “da esposizione” e hanno differenzeimportanti, perciò i potenziali padroni devono sapere cosa vogliono dal proprio Labrador Retriever prima di scegliere un cucciolo. Altrettanto importante è la scelta del cucciolo tra Labrador “da lavoro” o “di linea americana” rispetto a quello che viene chiamato “inglese” o “di linea inglese”. Anche se la maggior parte degli allevatori e dei membri dei Labrador Retriever club preferirebbero non ci fossero distinzioni, presentano importanti differenze.

I Labrador Retriever da lavoro provengono da allevamenti specializzati in cani per test di caccia impegnativi e duro lavoro sul campo. Questi cani potrebbero avere un’ossaturapiù leggera, essere più alti di 2,5 cm e oltre, e potrebbero avere un comportamento iperattivo, a seconda di quanto siano stati socializzati i cuccioli. I Labrador di tipo inglese sono più bassi e tarchiati e potrebbero essere più tranquilli. Ma un Labrador è un Labrador. Solo perché un Labrador proviene da un ceppo da caccia o da riporto non significa che non possa svolgere altri compiti. E solo perché un cane discende da cani e cagne da riproduzione inglesi non significa che non sappia o non possa cacciare. Tutti i Labrador, a prescindere dalla loro storia, dovrebbero essere in grado di svolgere il loro lavoro e farlo di buon grado, tenere un comportamento tranquillo e non avere problemi di salute.

Dove prendere un cucciolo di labrador

I bravi allevatori dedicheranno ore alla selezione dei cani adatti ed è proprio da qui che deve cominciare la ricerca del vostro Labrador. Da esposizione o da compagnia? I cuccioli da esposizione dovrebbero diventare Labrador Retriever rappresentativi dello standard di razza, sia fisicamente sia dal punto di vista comportamentale. Di solito l’allevatore non vende questi cuccioli a un padrone alla prima esperienza: dopo tutto, la reputazione dell’allevatore dipende da quanto spesso e bene si piazzino i suoi cani nel ring di conformation. Femmine e maschi da esposizione devono portare avanti le speranze e i piani dell’allevatore per la sua linea di Labrador Retriever. Molti cuccioli con queste potenzialità non si sviluppano che a carriera avanzata; alcuni non raggiungono la maturità fisica che verso i due-tre anni. Per questo motivo, gli allevatori terranno i cuccioli che rivelano potenziale da esposizione fino a tre o quattro mesi prima di decidere se venderli o meno.

Ci sono differenze tra cuccioli di Labrador da eposizione e da compagnia.

Magari il cucciolo presenta già un difetto da squalifica secondo lo standard di razza, che gli impedisce di fare carriera nel ring di conformation. Potrebbe avere le zampe anteriori rivolte all’esterno piuttosto che perfettamente dritte (anche se spesso questo difetto si corregge con la maturazione). Il cucciolo potrebbe avere l’ossatura troppo leggera per un cane da conformation, o gli occhi troppo chiari o troppo scuri, non il marrone scuro richiesto. Gli allevatori che presentano i propri cani nel ring di conformation sono esperti delle caratteristiche richieste dallo standard del Labrador e di solito sanno ancor prima di impiegarli quale dei loro cuccioli potrebbe essere conforme a tali parametri.

Dove non acquistare il cucciolo di Labrador

Indipendentemente dal cucciolo che desiderate, la ricerca del cane giusto di labrador retriever deve tener conto di alcuni fattori (colore, genere, aspettative per il lavoro futuro) che vanno considerati molto prima di contattare gli allevatori. Come trovare il vostro Labrador speciale, e come capire se l’allevatore è affidabile? Esistono standard riconosciuti e regole per gli allevatori, qualsiasi campanello d’allarme dovrà spingervi ad abbandonare l’acquisto. Le fonti che hanno acquistato i loro cuccioli dagli allevamenti lager non sono una buona idea. Gran parte di questi cuccioli vengono prodotti in massa in un ambiente da catena di montaggio. Le condizioni di vita per padri e madri sono terribili, con molti cani costretti in gabbie con a malapena lo spazio per alzarsi in piedi e girarsi. Poco o nessun riguardo viene dato ai disturbi e alle vaccinazioni, alla sverminazione o alla profilassi per malattie come la dirofilaria immitis. Di sicuro non vengono eseguiti sui genitori dei cucciolii controlli comunemente richiesti per la displasia del gomito e dell’anca e i disturbi agli occhi. I cuccioli potrebbero apparire sani, ma troppi padroni scoprono la straziante (e costosa) verità quando il cane arriva a casa e sviluppa una malattia per la quale i genitori avrebbero dovuto essere sottoposti a test.

Allo stesso modo, l’acquisto online senza vedere il cucciolo è una cattiva idea. L’ideale sarebbe che il potenziale padrone facesse delle ricerche per trovare allevatori affidabili e vedesse dal vivo le condizioni di tutti i cani di casa o dell’allevamento. Inoltre, abbondano le truffe su internet che mirano a far tenerezza.

Chiunque vi chieda soldi online in cambio della promessa di spedirvi un cucciolo è in cerca di una sola cosa: denaro. Tenete il portafoglio in tasca e allontanatevi dal computer. Su giornali e riviste di solito si trovano annunci dei cosiddetti “allevatori improvvisati”. A volte si tratta di persone ben intenzionate che hanno cuccioli di Labrador Retriever da vendere perché pensavano fosse una buona idea far accoppiare il loro cane (o cagna) per tenere un cucciolo della figliata, o vogliono che i propri figli “assistano al miracolo della nascita di un cucciolo.” Fate attenzione perché queste persone, che non sono allevatori esperti, potrebbero non aver sottoposto genitori e cuccioli a tutti i necessari controlli della salute. L’unico modo per essere sicuri che un cucciolo sia sano è acquistarlo da un allevatore di Labrador che ha studiato la razza, offre garanzie per la sua salute ed è disponibile a rispondere alle vostre domande e ai vostri dubbi anche molto tempo dopo l’adozione del cucciolo.

Come trovare un buon allevatore di Labrador

Come c’è un modo sbagliato per trovare un cucciolo di Labrador, c’è anche un modo giusto.

Da dove iniziare la ricerca

Cominciate la ricerca nei canili locali, visitate le esposizioni o seguite le prove di obedience e agility, e parlate con persone che esibiscono o competono coi loro Labrador. Passate piùtempo possibile facendo domande sui cani come fareste per qualsiasi altro acquisto importante. Guardatela in questo modo: il vostro Labrador vivrà con voi per 12-14 anni, molto più tempo di quanto in genere duri, ad esempio, un veicolo. Fate ricerche sull’allevamento anche online: la maggior parte degli allevatori ha un sito web in cui sono presentati i campioni. Il sito web dell’allevamento potrebbe anche riportare una lista di requisiti per i potenziali padronie un questionario da compilare. Di nuovo, se un allevatore si offre di vendervi cuccioli online a scatola chiusa, senza fare domande o rispondere alle vostre, è un campanello d’allarme. Cercate, invece, un allevatoreaffiliato all’ENCI, a un Labrador club. Sul sito dell’ENCI troverete un elenco coi contatti di tutti i membri o i club affiliati (www.enci.it/ allevatori). Compilate una breve lista degli allevatori che vi hanno colpito, poi contattateli direttamente. Gli allevatori affidabili hanno a cuore l’interesse della razza e la maggior parte di loro segue procedure standard.

Nessuno di loro alleva cani per fare soldi: è un’idea semplicemente ridicola. Gli allevatori di Labrador Retriever fanno ciò che fanno per amore della razza. Alcuni potrebbero allevare anche qualche altra razza, ma non “designer dog” come incroci di Labrador Retriever e Barboncino. L’allevatore dovrebbe partecipare a sport canini o mostre di conformation e aver ottenuto il certificato di Canine Good Citizen coi propri cani, cosa che denota la sua serietà in merito al temperamento e all’addestramento dei cani.Gli allevatori affidabili non offrono Labrador Retriever “argento”. Probabilmente questi cani sono stati incrociati in passato con un Weimaraner per ottenere la sfumatura argentea, ma questo colore del mantello non è corretto nel Labrador Retriever. Diffidate, inoltre, dei Labrador “bianchi”: mancano di pigmentazione o in realtà sono di un giallo molto pallido e registrati come gialli.

Contattare i potenziali allevatori

Una volta identificati gli allevatori che desiderate contattare, non siate timidi! Scrivete, mandate un e-mail, telefonate o parlate con l’allevatore di persona. Chiedete di fargli visita, in modo da poter vedere dove e come vivono gli animali. In questo modo raggiungerete due obiettivi: l’allevatore potrà osservare come un potenziale padrone interagisce coi suoi cuccioli e cani adulti, e l’acquirente del cucciolo potrà verificare le condizioni dell’allevamento. Se i cani sono sporchi, di un genere di sporciziadiverso da quello che potrebbero procurarsi rotolandosi nella terra per un giorno e che una spazzolata può rimuovere, o sembrano in cattiva salute, giratevi e andatevene. Allo stesso modo, se l’allevatore pensa che un acquirente

sia distaccato, timoroso nei confronti dei cani e voglia un cane solo per i bambini senza alcun coinvolgimento in prima persona, l’allevatore dovrebbe rifiutarsi di vendergli un cucciolo.

Documenti

Un allevatore affidabile conserverà tutti i documenti importanti dei suoi cani e il potenziale padrone dovrebbe esaminarliuno per uno. Tra questi dovrebbero esserci certificazioni che attestino il livello di displasia dell’anca e del gomito di madre e padre e gli esiti degli esami della vista. L’allevatore può anche mostrarvi o dirvi come trovare le certificazioni delle figliate passatee di nonni, zie, zii e cugini del cucciolo. Alcuni allevatori sottopongono gli animali da riproduzione a esami cardiaci. Nella vendita sarà incluso il pedigree del cucciolo a tre-cinque generazioni e un contratto che elenca le condizioni di vendita.

Tra i documenti di un cucciolo di Labrador Retriever ci sarà anche il libretto sanitario con la certificazione dell’avvenuta sverminazione e vaccinazione, una registrazione della prima visita veterinaria, consigli per l’alimentazione del cucciolo e l’atto di registrazione.

L’allevatore spiegherà all’acquirente come effettuare il passaggio di proprietà all’ENCI e perfino come scegliere il nome del cucciolo per la registrazione.

Rispondere alle domande dell’allevatore

Aspettatevi di rispondere a tante domande quante ne avete fatte. Un allevatore coscienzioso vorrà sapere dove andrà a vivere il cucciolo venduto:

  1. c’è un giardino recintato?
  2. Avete altri cani e gatti e, se avete figli, quanti anni hanno?
  3. Dove passerà il tempo giorno e notte (in giardino o in casa?).
  4. Chi sorveglierà il cucciolo mentre si abitua alla nuova casa?

Potrebbero chiedervi delle referenze, farvi domande sulle vostre precedenti esperienze coi cani o sui vostri piani futuri per il cucciolo negli sport canini o nelle attività di caccia.Questo “interrogatorio” è tipico di un allevatore coscienzioso, che ha come unico obiettivo il benessere del cucciolo e il bene della razza. L’allevatore sa quale cucciolo della figliata è perfetto per una nuova famiglia in base non solo alle informazioni sulla famiglia ma anche al temperamento del cucciolo. Ogni cucciolo della figliata ha la sua personalitàe l’allevatore sa come e dove collocare i suoi cuccioli al meglio.

Fare domande all’allevatore

Chiedete all’allevatore referenze di acquirenti precedenti e del veterinario. Fate un accurato controllo sulla preparazione dell’allevatore come farà lui con voi, e chiedete se ci sono disturbi che potrebbero essere affiorati nella sua linea o nei fratelli, nei cugini o nei nonni del cucciolo che desiderate.

Il contratto dell’allevatore

Il contratto dell’allevatore non dovrebbe elencare solo i doveri dell’acquirente ma anche quello che l’acquirente può pretenderedall’allevatore. Dovrebbe includere un qualche tipo di garanzia sulla salute del cane in modo che, se una malattia grave si presenta quando il cucciolo cresce, l’allevatore si offra di riprenderlo e rimborsare il prezzo di acquisto o sostituire il cucciolo. Gran parte dei contratti richiedono che il cucciolo venga sterilizzato o castrato all’età giusta: potrebbe essere dopo qualche mese o dopo due anni, a seconda dell’allevatore.Inoltre, l’allevatore vorrà avere un rapporto continuo col nuovo proprietario. Se qualche cucciolo dovesse sviluppare una grave malattia, l’allevatore contatterà i padroni

di tutti i cuccioli della figliata per avvertirli. Se, per esempio, a un cucciolo viene diagnosticata la displasia dell’anca a dieci mesi, un allevatore coscienzioso informerà i proprietari di tutti i cuccioli della figliata in modo che i fratellini possano essere sottoposti a radiografie e controllati. Inoltre, un allevatore insisterà sulla responsabilità “dalla culla alla tomba” per tutti i suoi cuccioli: se per qualsiasi motivo uno di loro dovrà cercare un nuovo padrone, l’allevatore potrebbe riprenderlo con sè o aiutarlo a trovare una sistemazione più adatta. Nessun allevatore vuole che i suoi cuccioli finiscano in un rifugio o vengano sballottati da un parente all’altro, senza dare alcun contributo per la scelta di una casa più adatta.

Come accogliere un cucciolo di Labrador in casa

Avete scelto il vostro allevatore, vi ha aiutato a scegliere il cucciolo di Labrador Retriever più adatto a voi e alla vostra famiglia e avete fissato la data per portarlo a casa. Prima che quel giorno, cerchiato in rosso sul calendario, si avvicini, pensate ai futuri bisogni del cucciolo e cominciate a prepararvi.

Una casa a prova di cucciolo

Per prima cosa la vostra casa dovrà essere a prova di cucciolo per evitare incidenti e aiutare il cucciolo ad adattarsi. I cuccioli di Labrador Retriever sono incredibilmente curiosi e creativi quando si tratta di far danni. Mettetevi carponi e ispezionate la casa fingendo di essere un cucciolo, e guardate cosa vi capita sotto gli occhi. Chiudete le prese elettriche con dispositivi di protezione che potete trovare nei negozi di articoli per bambini. Spostate i cavi in modo che il cucciolo che scorrazza non possa morderli; questo eviterà a lui delle scosse elettriche e a voi di dover sostituire lampade o elettrodomestici. Controllate il giardino dove il cucciolo giocherà e farà esercizio e chiudete tutti i buchi nella recinzione. Sistemate i detergenti per la casa lontano dalla sua portata e assicuratevi che sostanze tossiche, come l’antigelo, non si siano versate sul pavimento del box e siano nei loro contenitori originali. In breve, se qualcosa vi sembra pericoloso per un bimbo piccolo o un neonato, sarà pericoloso e invitante anche per il vostro cucciolo di Labrador Retriever.

Stabilire un programma

Decidete chi in famiglia potrà portare il cucciolo a passeggio o a giocare fuori agli orari stabiliti. Fissate un programma anche per la notte: finché il vostro Labrador Retriever non sarà addestrato al bagno, avrà bisogno di uscire diverse volte. Per quanto potreste avere la tentazione di svegliare il vostro compagno alle tre del mattino se il cucciolo piange o si lamenta e dire: “È il tuo turno,” non sarebbe giusto per il cane. L’ideale sarebbe che un membro della famiglia restasse a casa col cucciolo per i primi giorni o un paio di settimane per aiutarlo nel periodo di transizione. Decidete anche quali compiti sono adatti ai bambini: preparazione dei pasti, toelettatura, addestramento e gioco.I bambini, tuttavia, non dovrebbero mai essere gli unici a occuparsi di un cucciolo odi un cane; un’adeguata supervisione da parte degli adulti eviterà che capitino incidenti, che siano legati ai bisogni del cane o a un morso inaspettato di un cucciolo esuberante durante il gioco.

Attrezzatura

I cuccioli di Labrador Retriever non hanno bisogno di molte attrezzature, specie per i primi mesi. Acquistate o prendete in prestito l’essenziale prima che il cucciolo arrivi a casa. Una gita al negozio di animali con un cucciolo di otto settimane in braccio non è mai una buona idea. Non sarà ancora in regola con tutte le vaccinazioni ed esporlo al contatto con altri animali e coi loro germi può portare a gravi conseguenze per la sua salute e il vostro portafogli.

Letto

Il vostro cucciolo di Labrador in genere non avrà bisogno di un letto elaborato in casa vostra. Questa razza “masticatrice” sembra pensare che un comodo letto sia fatto apposta per essere rosicchiato e potreste essere costretti a sostituire regolarmente il vostro acquisto. Finché il cucciolo non sarà più grande e affidabile, e finché non avrà smesso di usare tutto ciò che lo circonda come un anello da dentizione, non ci sarà bisogno di prendergli un letto. Risparmiate per quando crescerà e non avrete bisogno di controllarlo costantemente. Gran parte degli allevatori e dei proprietari esperti mette

i cuccioli e i cani giovani nel trasportino di notte in modo da prevenire incidenti legati ai bisogni o al rosicchiamento distruttivo.

Collare

Data la rapida crescita del Labrador, un collare regolabile sarà un buon investimento. Malgrado ciò sarà necessario mettere in conto l’acquisto di due o tre collari. Un collare tondo in cuoio vi eviterà di strappare, appiattire o arruffare il pelo

attorno al collo; questo tipo di collari possono essere costosi, ma potete aspettare che il cucciolo raggiunga la maturità fisica prima di comprargli un collare “da grande”. Se riuscitea inserire due dita tra il collare e il collo del cane, il collare è della taglia giusta. Il cucciolo non deve indossare il collare nel trasportino perché potrebbe impigliarsi alla porticina o alle finestrelle.

Trasportino

L’addestramento del vostro cucciolo, addestramento al bagno e lezioni di obbedienza, farà progressi più rapidi se utilizzerete un trasportino. Sono disponibili diverse opzioni. Alcuni sono in plastica rigida modellata con tante “finestrelle” e porte in filo metallico per la ventilazione; altri sono tutti in filo metallico e hanno una chiusura simile a una valigia (oppure no); altri ancora sono realizzati in tela resistente, facili da spostare in casa e pieghevoli, molto comodi in viaggio. Tuttavia, dal momento che tela e nylonpossono essere distrutti da un Labrador, sarà necessario sorvegliarlo se scegliete questo tipo di trasportino.

L’importanza del trasportino, che sarà per il cucciolo la “casa lontano da casa” e il rifugio per riposare, non può essere sottovalutata. Quando la sua famiglia è lontana, il cucciolo dovrà essere messo nel trasportino in modo che non si metta nei guai. Un cucciolo di Labrador Retriever di secondo nome fa “Danno” e, per questo motivo, il vostro compito come padroni sarà tenerlo lontano dalle tentazioni.

Dal momento che un cucciolo di Labrador cresce così rapidamente, alcuni trasportini hanno inserti in filo metallico che permettono di adattarli a seconda delle dimensioni del cucciolo. Acquistate un trasportino abbastanza grande perché un Labrador adulto vi si possa sdraiare, stare in piedi e girarsi comodamente; può sembrare enorme per il vostro piccolino, ma avrà bisogno di tutto quello spazio quando crescerà.Stabilite se acquistare un tappetino o un materassino. Alcuni dei miei cani hanno apprezzato questa premura, altri hanno fatto a brandelli i materassini e altri ancora hanno “risistemato il mobilio” e spinto i tappetini in fondo al trasportino in modo da poter dormire sul fondo del trasportino piuttosto che sul comodo cuscino che gli avevo fornito. La maggior parte dei cuccioli, tuttavia, considera un materassino nel trasportino come un altro gioco da rosicchiare e, al vostro ritorno a casa, potreste trovare l’imbottitura sparsa per tutta la casa. Molti allevatori di Labrador Retriever consigliano di mettere solo fogli di giornale nel trasportino del nuovo cucciolo finché non sarà addestrato al bagno. Se il cucciolo fa a pezzi o mangia il giornale,è meno probabile che soffra di disturbi gastrointestinali gravi o permanenti.

Cibo

Molto probabilmente l’allevatore vi consiglierà un alimento specifico a cui il vostro cucciolo è abituato e quindi conoscerete già le sue abitudini alimentari. L’allevatore potrebbe persino darvi una scorta di cibo e spiegarvi come far passare il cucciolo a una diversa marca di vostra scelta. Il vostro cucciolo potrebbe essere abituato a mangiare in una ciotola comune con gli altri membri della figliata, ma dovrete acquistare una nuova ciotola per l’acqua e una per il cibo o riciclare quelle che già avete, purché siano pulitee robuste.

Ciotole

Le ciotole in acciaio inossidabile dureranno per tutta la vita del cane. Si possono lavare in lavastoviglie e il cucciolo non potrà farle apezzetti rosicchiandole, come invece potrebbe fare con una ciotola in plastica.

Accessori per la toelettatura

Due articoli per la toelettatura sono “obbligatori” per il vostro Labrador Retriever: una spazzola robusta e un tronchesino. Dal momento che il vostro cucciolo è nato con tutti i “vestiti” di cui ha bisogno, un doppio mantello come protezione dagli elementi, magliette graziose o giacche elaborate appariranno ridicole su di lui, anche se alcuni padroni di Labrador in climi rigidio piovosi coprono i loro cuccioli con un impermeabile per facilitare la toelettatura dopo la passeggiata. Se investite in uno di questi articoli, tenete a mente che il vostro cucciolo crescerà rapidamente e che la maggior parte degli indumenti per cani saranno inutilizzabili in un breve periodo.

Identificazione

Il vostro cucciolo dovrebbe arrivare a casa con qualche tipo di identificazione. Molti allevatori impiantano microchip, ovvero minuscoli strumenti di identificazione delle dimensioni di un chicco di riso col nome del padrone

e/o dell’allevatore registrato sul chip. Dovrete ricevere istruzioni per registrare il cane col chip; pianificate di farlo immediatamente.Il veterinario può impiantare un microchip durante la prima visita del cucciolo se non è ancora microchippato. Se il vostro Labrador Retriever vagabonda e si perde, potrà essere identificato con uno speciale lettore di cui sono muniti i servizi veterinari delle Asl e gli ambulatori veterinari privati.Il tatuaggio è un altro pratico metodo di identificazione. In genere viene eseguito nell’orecchio, nell’interno coscia o nell’area dell’inguine e dirà al soccorritore come raggiungere il padrone del cane.Tuttavia, mettete almeno una medaglietta al collare del cucciolo. La medaglietta dovrebbe riportare le informazioni di contatto del padrone, incluso un numero di telefono.Un avvertimento sulle medagliette: non fate del vostro Labrador Retriever il bersaglio di un ladro riportandovi il suo nome. I miei cani indossano diverse medagliette quando usciamo, compresa una targhetta con la scritta “Ricompensa per la restituzione” e un numero di telefono.Non ci sono i nomi dei miei cani sulle medagliette perché non voglio che qualcunoche si avvicina alla recinzione possa dire: “Rover, vieni con me” e fare in modo che il mio cane, sempre desideroso di compiacere, risponda al comando di un estraneo.

Guinzaglio

Il vostro cucciolo di Labrador Retriever potrebbe essere abituato a camminare al guinzaglio, ma la maggior parte dei cuccioli deve ancora acquisire questa abilità quando arriva nella sua nuova casa. Questo è un altro articolo che potrebbe essere necessario sostituire più volte, quindi compratene uno poco costoso all’inizio, lungo circa 2 m.

Al posto di un guinzaglio, potete usare un pezzo di corda da bucato per iniziare a insegnare al cucciolo che deve sempre essere legato a voi e anche a camminare al guinzaglio senza tirare o attaccarlo.

Giocattoli

I cuccioli di Labrador Retriever amano giocare e dovrete avere a portata di mano dei giocattoli quando il vostro cucciolo arriverà a casa. Ci sono giochi inappropriati, tuttavia, quindi fate attenzione. I giocattoli imbottiti vengono sventrati in men che non si dica e quelli che producono un suono stridulo sono particolarmente interessanti per il vostro cane. Se comprate un gioco che suona, specie se si tratta di un peluche, cercate di rimuovere il dispositivo che produce il suono prima che lo faccia il vostro cane. Altrimenti il veterinario potrebbe presentarvi un conto salato quando finirà nell’intestino del cucciolo.I giocattoli migliori per un cucciolo di Labrador Retriever sono duri e masticabili, difficili da distruggere. Mentre mette i denti, il cucciolo vorrà mettere in bocca qualsiasi cosa dalle gambe del tavolo della cucina alle

vostre mani e braccia. Offritegli un’opzione più appropriata, come un osso per cani. Un’ottima alternativa sono anche i giocattoli che lo terranno impegnato, come palline cave dove potete nascondere delle crocchette. Quando

il cucciolo farà rotolare la palla, la crocchetta uscirà fuori. I Labrador Retriever sono incredibilmente motivati a trovare il cibo, e it vostro cucciolo potra intrattenersi per ore con una palla “magica” che dispensa crocchette.

Il vostro cucciolo è nato per il riporto, perciò i giocattoli che incoraggiano il suo istinto vi terranno impegnati entrambi per ore. Anche se le palline da tennis sono una scelta popolare, fate attenzione che la copertura in feltro non consumi i denti del vostro cane. Altri giocattoli da riporto che possono avere un doppio use per il tiro alla fune (come una palla di gomma con corda) dureranno più a lungo e non danneggeranno i denti di un cane giovane.

Portare a casa un cucciolo di Labrador

Oggi la maggior parte degli allevatori e delle compagnie aeree rifiuta di spedire i cuccioli come bagaglio per lunghe distanze. Se avete acquistato il vostro cucciolo di LabradorRetriever da un canile o da un allevatore a una certa distanza, pianificate un viaggio in macchina. I lunghi viaggi in auto sono più semplici per il cucciolo se ha un trasportino in cui accucciarsi e fare un pisolino, ma avrete bisogno di fare una fermata ogni due o tre ore per fargli sgranchire le gambe. Non potrà trattenersi per più tempo; ricordate che la suavescica ha le dimensioni di una voce. Non date da mangiare al cucciolo prima di un viaggioin macchina: non vorrete certo che accada qualche incidente! Per prevenire incidenti d’auto e danni a voi e al vostro cucciolo, non lasciatelo libero o in braccio a un altromembro della famiglia. Potrebbe uggiolare nel trasportino, ma avete promesso all’allevatore che vi occuperete della sua sicurezza, non venite meno a questa promessa solo perchè il vostro bambino vuole tenerlo in braccio durante il viaggio di ritorno.

Se il viaggio è breve, un cucciolo addormentato sarà al sicuro in una scatola di cartone o in braccio a un altro adulto. Fatevi guidare dal buon senso nel decidere come portare a casa il vostro cucciolo.

E’ un momento di emozione e confusione, non solo per il nuovo padrone e per i bambini della famiglia, ma anche per il cucciolo.

II primo giorno, in particolare, potrebbe, alternativamente, esplorare il suo nuovo ambiente (siete contenti adesso di avere una casa a prova di cucciolo?) e mettere in bocca tutti gli oggetti che gli capiteranno a tiro. Poi potrebbe mostrare segni di sofferenza quando non troverà la mamma e i fratellini. Potrebbe lanciarsi su un giocattolo e poi crollare e addormentarsi. Potrebbe masticare l’angolo di un divano in pelle ma sbocconcellare appena il cibo che gli avete messo nella ciotola.

E’ arrivato il momento di mettere in campo tutta la vostra comprensione, unita alle coccole, per far sentireil vostro cucciolo al sicuro, farlosentire amato e protetto.Per facilitare il periodo ditransizione, mostrategli il trasportino e fatelo dormire. Dategli tempo per giocare e legare con la persona che si occupera di lui. Aspettatevi che urini e defechi secondo necessità fino a quando

non acquisirà la nuova routine. Rosicchierà tutto ciò che è alla sua portata, quindi mettete al sicuro calze, scarpe e oggetti di valore. Offritegli oggetti piu appropriati da rosicchiare e distruggere.

I primi giorni e le prime settimane che passerà con voi possono essere facili o difficili, a seconda di quanto vi sarete preparati ad accogliere questo cane giocherellone nella vostra famiglia. Un adorabile cucciolo di Labrador Retriever, tuttavia, non rimarrà talea lungo, quindi preparatevi a cominciare l’addestramento. Sarà attivo a ogni ora del giorno e, con l’aiuto del suo padrone, potrà restare fuori dai guai. La coerenza vi aiuterà a crescere un cane beneducato, che sarà felice

e in salute per tutta la vita, e che vi ruberà il cuore… e non le chiavi della macchina!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *