<

Epatite virale nei cani: sintomi e cure

Come si trasmette l’epatite virale nei cani

L’epatite virale rappresenta una delle patologie canine più diffuse al mondo. Oggi esistono diversi modi per contrastare e sconfiggere questa patologia ma – in ogni caso – una giusta prevenzione resta la strategia migliore per contrastare questa malattia. Scopriamo sintomi cure e possibili modi per prevenire l’epatite nei cani in modo efficace.

le cause dell'epatite virale nei cani

Anche gli animali che hanno superato la ma­lattia possono diffondere il virus an­che per sei mesi dopo l’infezione. Il virus penetra nell’animale attra­verso il cavo orale, dove inizialmen­te si localizza a livello di cripte ton­sillari, da qui, attraverso il sangue (fase di viremia), si porta a livello di fegato e reni, sicché urine e feci ri­sultano infette.

I cani di qualsiasi età possono essere sen­sibili all’epatite virale, ma come molte infezioni virali, an­che questa patologia è più diffusa tra gio­vani animali.

Quali sono i sintomi dell’epatite virale nei cani?

La sintomatologia è molto varia: si passa da una situazione di estrema gra­vità, dove i cuccioli possono arrivare alla morte in poche ore senza alcun segno premonitore, fino ad arrivare, specie nei cani a lutti. a manifestazioni in cui il qua­dro sintomatologico è blando.

In generale, i sintomi della malattia pos­sono essere: lieve rialzo termico, tonsilli­te, dolore addominale per l’epatite in corso, opacità corneali che possono comparire dopo I-3 settimane.

Come si cura l’epatite virale nei cani

La terapia varia in funzione della gravità della malattia. Come per tutte le infezioni virali, si prescrivono all’animale delle cure sintomatiche con l’utilizzo di soluzioni glucosate Ringer lattato associate a prodotti epatoprotettori e antibiotici per via parenterale.

Prevenzione: vaccinare ed evitare il contatto con soggetti infetti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *