Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
<

Esotico a pelo corto

il gatto esotico a pelo corto

COME SCEGLIERLO

Per quanto sia un gatto a pelo corto, l’Esotico ha un mantello leggermente più lungo, inoltre, risulta sollevato dal corpo; d’altra parte, il pelo è molto folto, morbido e felpato.

Le varianti di colore sono identiche a quelle dei Persiani, perciò si trovano i mantelli unicolore, i Tipped, i Silver Tabby, i bicolore e i Van bicolore, i Colourpoint, i Cincillà, i Golden, le pellicce a squama di tartaruga e a squama di tartaruga con bianco.

 

A CHI È ADATTO

L’Esotico a pelo corto viene scelto da coloro che cercano un gatto robusto e compatto, dal mantello morbido come i Persiani, ma che necessità di minori cure. Il suo carattere è tranquillo e moderato, inoltre, è amichevole, affettuoso, fedele e coccolone. Per trovare temperamenti più vivaci, bisogna puntare su esemplari dorati e argentati.

 

DOVE TENERLO

L’Esotico a pelo corto è un tipico gatto da appartamento, come il suo peloso cugino Persiano. Solo i più vivaci si concedono anche delle escursioni fuori dall’ambiente casalingo.

 

LE SUE NECESSITÀ

Per quanto non necessiti di una toilette giornaliera, di tanto in tanto anche l’Esotico a pelo corto ha bisogno di essere spazzolato, soprattutto nel periodo della muta. In condizioni normali, la frequenza di spazzolatura dovrebbe attestarsi intorno alle 2 o 3 volte alla settimana.

 

MALATTIE E CURE

Dai Persiani gli Exotic Shorthair hanno ereditato anche alcuni fastidi fisici, come l’eccessiva lacrimazione degli occhi. Questi vanno puliti regolarmente, con accessori morbidi e delicati, in quanto la zona oculare è piuttosto problematica. Dai Persiani, essi hanno ereditato pure una certa difficoltà nella respirazione.

 

CIBI

L’Esotico a pelo corto segue un’alimentazione normale, che dovrebbe alternare cibo secco e umido. Tuttavia, dopo la castrazione, questi gatti tendono facilmente a ingrassare, perciò bisogna proporre una dieta bilanciata e povera di grassi. Occorre, inoltre, evitare che il gatto si abbuffi di cibo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *