<

Iguana

il rettile iguana

Com’è fatto

Dall’aspetto molto somigliante a un grande lucertolone, l’iguana si caratterizza per la cresta sul dorso, più prominente negli esemplari maschi rispetto alle femmine.

La testa delle femmine è più rotonda, mentre quella dei maschi è più triagolare. Abita sopra grandi alberi e scende a terra solo per deporre le uova o accoppiarsi o per cambiare casa. Alcune vivono in rovine o sottoterra, anche in riva al mare, dove si scavano delle profonde tane dove trascorrono le ore notturne. Si muovono prevalentemente durante il giorno e rimangono al sole per qualche ora, mentre durante i momenti più caldi della giornata cercano l’ombra. L’iguana è un rettile dalla corazza dura: è capace di resistere anche a cadute da dieci o quindici metri senza riportare ferite o danni di sorta. Se invece viene insidiato da un predatore, è in grado di nuotare in maniera molto veloce sia in superficie che in profondità riuscendo a rimanere immersa per lungo tempo.

 

Le caratteristiche

La specie si caratterizza per il corpo coperto di squame che possono assumere vari colori. Alcuni tipi presentano delle creste di spine molli su tutto il dorso, che partono dalla testa e raggiungono quasi metà coda. Il tipo denominato rinoceronte, per esempio, ha delle grosse squame in corrispondenza della testa che ricordano proprio le grosse corna di un rinoceronte. L’iguana comunque appartiene alla più grande famiglia di rettili, gli iguanidi appunto, e si trova soprattutto nel sud America, in paesi come il Messico, il Brasile, il Paraguat, le Galapagos, i Caraibi e la Bolivia. Qui la specie più nota è l’iguana verde, che vive nelle selve. Dotata di un’ottima vista, tanto da riuscire a distinguere alcuni colori, e di un buon udito, gli esemplari maschi si battono per il predominio su un territorio e hanno un numeroso gruppo di femmine, la cui quantità dipende dalla ricchezza del cibo e dalle tane disponibili sul territorio.

A chi è adatto

Negli ultimi anni, questo rettile è diventato un animale da compagnia, tanto che molte persone oggi preferiscono tenerne in casa un esemplare piuttosto che un altro animale domestico. Sono però difficili da allevare perché hanno bisogno di molte cure e attenzioni, per cui non sono adatti a chi cerca la compagnia di un animale. Sarebbe utile quindi documentarsi sulle sue abitudini e sui suoi bisogni prima di decidere di acquistarne un esemplare.

 

Dove tenerlo

Dev’essere tenuta in un terrario molto grande, quindi nell’acquisto bisogna tener conto della possibile crescita dell’animale che può raggiungere i 150-180 cm di lunghezza. Naturalmente il terrario dovrà riprodurre un ambiente quanto più possibile simile a quello in cui vivono le iguane: la temperatura dovrà necessariamente variare tra i 20 e i 22 °C notturni e i 35-40 °C diurni, con un’umidità che dovrà aggirarsi intorno al 70 o 80%. Il terrario inoltre deve essere predisposto in modo da avere due aperture orizzontali per il cambio dell’aria, e dovrà comprendere una lampada a incandescenza e una per la crescita dell’iguana. All’interno inoltre bisogna piazzare pezzi di albero e piante per consentire all’animale di regolare la propria posizione al suo interno e per autoregolare la propria temperatura. A questo proposito è importante che l’aria calda provenga dall’alto, dato che nella parte bassa del loro corpo le iguane non sono altrettanto protette che nella parte alta. Il terrario inoltre dev’essere approntato in modo tale da non far filtrare all’interno i raggi del sole.

 

Cibi

In genere le iguane sono vegetariane e si nutrono prevalentemente di foglie, fiori, frutti e germogli, solo gli esemplari più giovani amano anche nutrirsi di insetti. Soprattutto si è notato come le iguane siano golose di fiori di ibisco rosso e delle foglioline tenere di basilico. I tipi marini poi mangiano le alghe che popolano i fondali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *