<

Perchè è importante giocare con il cane?

giocare con il cane

L’importanza del gioco per i cani non è meno importante di quella che l’attività ludica assume per i bambini piccoli. Non è sufficiente riempire il proprio cucciolo di passatempi e palline varie ma quello che conta è coinvolgerlo in giochi fantasiosi e creativi che lo facciano sentire parte di un progetto comune. Lo stesso, in fondo, accade per i bambini: quando sono piccoli, infatti, non badano al prezzo del loro giocattolo preferito, ma piuttosto hanno a cuore che la loro mamma e il loro papà giochino insieme a loro e che capiscano quanto siano bravi nel fare o non fare una determinata cosa. Insomma, ciò che conta per i cuccioli non è la quantità del tempo che trascorrono con il loro padrone, piuttosto la qualità. I cani sono degli eterni giocherelloni e spesso, anche dopo i 10 anni, non intendono rinunciare a passare qualche ora a giocare in compagnia del loro padrone. Inoltre, proprio come accade nei bambini, la presenza del padrone è di fondamentale importanza per il cane che tende ad identificarlo come un piccolo grande eroe e, di conseguenza, ad essergli sempre più fedele e ubbidiente.

Giocare con il cane: un’attività formativa e ludica insieme

C’è quindi qualche cosa che va oltre il lancio della pallina o quello del bastone, della corsa o dei giochi di lotta. I cani, in effetti, capiscono e condividono cose molto più complesse ed importanti: riconoscono l’arrivo dell’auto del proprio padrone e sanno perfettamente qual è l’ora del pranzo o della cena. La loro intelligenza è davvero enorme ed è possibile coltivarla in modo concreto con delle conseguenze positive sia per l’animale stesso che per il suo padrone. Basta davvero poco per rendere felice il vostro cane e mettere in moto il suo cervello. Il gioco, da questo punto di vista è il mezzo migliore per coltivare l’intelligenza del vostro amico a quattro zampe. Tra i migliori ci sono i giochi di fiuto: a tutti i cani, infatti, piace annusare e qualsiasi cosa gli capiti sotto tiro viene annusata con curiosità. Il fiuto, quindi, può essere utilizzato anche per giocare. E’ sufficiente procurarsi tre bicchieri di plastica e metterli dinanzi al cane come fosse il gioco delle tre carte in cui vince il premio (un bocconcino) se lo trova sotto il bicchiere giusto. Il cane potrà spostare i bicchieri con la zampa o con il muso oppure, è possibile insegnargli ad alzare i bicchieri con il muso. Inoltre, sarebbe utile stimolare le capacità di un cane semplicemente utilizzando una bottiglia di plastica bucata in mezzo in cui si lascia passare un bastoncino che fa da perno. A questo punto si lascia cadere un goloso bocconcino nel collo della bottiglia e lo mettiamo davanti al muso del cane: dopo un po’ di tempo, con il muso o con le zampe il cane studierà la strategia migliore per mangiare il bocconcino e scoprirà il modo giusto per far ruotare la bottiglia sul perno e far uscire il contenuto. Questi sono solo due piccoli esempi che possono aiutare il padrone a sviluppare le attitudini mentali del suo cucciolo; in realtà, i giochi che si possono fare sono moltissimi e – spesso- variano anche in base al cane.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *