<

Quali sono le razze di cani da guardia?

le razze di cani da guardia

Quando si parla di cani da guardia si intendono quei cani che risultano particolarmente legati a un ambiente, come la casa in cui abitano con i loro padroni, fino al punto di sviluppare un istinto di protezione verso quel territorio. I cani da guardia vengono spesso confusi con i cani da difesa personale che, invece, sono protettivi nei confronti del proprio padrone o di chiunque venga affidato al loro controllo, inclusi i bambini che riescono a difendere prontamente da minacce o aggressioni.

Razze da guardia

Esistono determinate razze di cani che sono nate per essere dei cani da guardia ideali, e a dirlo è il cinologo francese Pierre Megnin, che ha suddiviso i cani domestici in ben quattro gruppi in base alla loro morfologia e distinguendo i lupoidi, i bracconidi, i molossoidi e i gradoidi. I molossoidi, per esempio, si caratterizzano per la testa voluminosa, rotonda o a cubo, le orecchie piccole e cadenti e il muso corto, mentre hanno un corpo decisamente massiccio, dalla struttura grande e dal pelo folto sul corpo e più corto sulla testa, le orecchie e  le estremità. A fronte di tali caratteristiche che Megnin ha individuato, in ognuno dei gruppi di cani suddetti, alcune razze di cani da guardia.

Il Bovaro del bernese  è un cane di taglia grande, molto muscoloso e con un lungo pelo, esigente da mantenere, per questo decisamente più adatto a vivere in giardino che in casa, molto agile e capace anche in montagna. Nonostante la stazza, si rivela di carattere docile e mansueto tanto da essere perfettamente a suo agio con i bambini, è dotato di forte equilibrio e sicuro di sé. Le sue doti di guardiano erano già note ai tempi dell’antica Roma.

Il Bullmastiff, di taglia grande, forte e molto muscoloso, era adatto in passato alla lotta, per questo anche lui necessita di una abitazione con giardino, ma come il Bovaro la sua docile pazienza lo rende il molossoide più adatto alla sopportazione, consigliato anche ai genitori di bambini molto monelli. Si lega molto al suo padrone e l’ottimo olfatto lo contraddistingue, pertanto potrebbe anche avere impieghi “professionali”.

Il Cane da montagna dei Pirenei è un gran bel cagnolone, dal pelo abbondante e morbido, ma tende ad ingrassare facilmente. Sempre preferibile dotarlo di dimora con giardino, non impazzisce per i bambini, ma li sa tollerare, ama molto il suo padrone e gli dimostra costantemente la sua stima, mentre con gli estranei è davvero molto diffidente. Dal bel carattere imponente, necessita di un padrone autorevole.

Il Ciarplanina è un cane di taglia media, molto diffidente e restio con chiunque non sia parte della famiglia, infatti con il padrone è dolce e affettuoso, se riconosce in lui un padrone deciso e non troppo permissivo.

Il Dogo Argentino si caratterizza per il pelo quasi rasato, corto e liscio, la preminenza del colore del manto è bianca e spesso con caratteristiche macchie scure intorno agli occhi. È un cane decisamente scattante e dinamico nonostante la corporatura muscolosa e di media taglia, si lega principalmente alla persona che più lo cura, ma è ben disposto verso i bambini. Può, però, divenire aggressivo se non sapientemente tenuto sotto controllo e adeguatamente educato, infatti ha tutte le potenzialità per offendere.

Il Fila Brasileiro è un animale di taglia grande, dal pelo morbido ma corto, e predilige una dimora fornita di giardino. In  Brasile veniva utilizzato per la cattura degli schiavi in fuga. Con i bambini va gestito perché si limita a tollerarli per amore del suo padrone, infatti, se non gestito da persone capaci, diventa pericoloso. È un cane molto coraggioso, adatto alla difesa della proprietà.

L’Hovawart, dall’aspetto lupoide, necessita di vivere in giardino perché destinato al movimento. Ha un carattere molto simile a quello del pastore tedesco e pertanto adatto a sopportare i bambini tanto che fa di tutto per assecondarli. È dotato di una grande intelligenza e, quindi, risulta un ottimo cane da guardia, oltre che adattabile alla difesa personale, se opportunamente istruito.

Il Mastiff è un guardiano per natura: ha una presenza davvero imponente, ma non necessiterebbe di enormi spazi in quanto, nonostante la stazza, è davvero molto pigro. Non può essere lasciato solo con dei bambini, non perché sia pericoloso, ma meglio controllarlo; la sua sensibilità è alta e necessita di molta cura e disciplina.

Il Mastino Napoletano è stato definito il gigante buono: dalla stazza massiccia e il pelo raso, è meglio preparargli una cuccia in giardino perché in casa si sentirebbe come in prigione. Con i bambini non è molto portato, ma li tollera per amore del suo padrone, infatti, la sua attenzione alla famiglia e a quanto gli accade attorno lo rende un cane molto adatto alla guardia, perché è un tranquillo osservatore ed efficace all’occorrenza.

Il Mastino Spagnolo, invece, è un cane decisamente imponente, di grande taglia, per cui ha bisogno di uno spazio aperto, ama proprio la vita nella natura; è adatto anche ai bambini  e necessita di un leader da ascoltare in famiglia, inoltre tende a  diffidare di chiunque non sia strettamente in contatto con lui, e questo ne fa uno tra i migliori cani da guardia. Importante anche non isolarlo, ma farlo socializzare sin da cucciolo, perché  nutre un profondo legame affettivo per il suo padrone.

Il Pastore del Caucaso ha una indole poco docile, quindi lo si consiglia solo a padroni molto sicuri di sé e decisamente autorevoli, inoltre si dimostra poco propenso alla pazienza con i bambini. È un cane assolutamente mai remissivo e parecchio reattivo nella difesa della zona che ha stabilito essere di sua competenza. Dal carattere sempre fiero e deciso.

Lo Staffordshire Bull Terrier viene anche definito il guerriero: parecchio basso, vive bene in una casa anche senza giardino, e gli piace la convivenza con i bambini, solo ha una potenziale aggressività anche verso gli altri cani. È d’indole coraggiosa e tenace, un tempo i suoi antenati erano utilizzati per i combattimenti con i tori e gli orsi, per questo lo Staffordshire ha mantenuto l’istinto indomito.

Il Tibetan Mastiff, chiamato colosso tra i molossi, è un cane particolarmente forte e robusto, ed è l’antenato dei molossoidi. Era considerato già nell’antichità un lottatore, potente come un leone e molto alto, purtroppo ne esistono oramai pochi esemplari ancora, utilizzati come dei veri e propri guardiani indefessi.

Il Tosa Inu ha un fisico da combattente, tanto che era utilizzato nei secoli passati proprio nelle lotte e nei combattimenti. Non resiste in appartamento e richiede di vivere in un bel giardino, con i bambini meglio non lasciarlo mai solo, anche se difficilmente è aggressivo senza motivo. Preferisce un padrone autoritario.

One Response

  1. Luca

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *