Vacanze con animali domestici: un’estate insieme

vacanze con animali domestici

In effetti, oggi sia gli strumenti tecnologici che la crescente sensibilità di chi opera nel settore turistico aiutano i proprietari di un cane o di un gatto ad andare in vacanza e, in particolare, a cercare il posto giusto sia per cani che padroni. I dati registrati da alcuni sondaggi effettuati nel settembre 2012, rivelano che quasi il 60% degli italiani progetta le proprie vacanze in funzione del proprio cane. Si tratta di un dato che è decisamente in controtendenza rispetto alle percentuali, poco incoraggianti, degli italiani che – in vista dell’estate – abbandonano i propri animali perché li considerano un peso di cui liberarsi per godersi le ferie.

Tuttavia, fra coloro che non rinuncerebbero per niente al mondo da fare le vacanze con i propri animali domestici, la maggior parte ha dichiarato di scegliere il mare alla montagna. Si tratta di un dato molto interessante specie se si tiene conto del fatto che in Italia, nonostante la lunga lista di spiagge, sono davvero poche quelle che consentono agli animali il libero accesso. La maggior parte degli italiani che si portano dietro il proprio cane o gatto, preferiscono villeggiare in una seconda casa – al mare o in montagna che sia; invece, tutti gli altri, che una seconda casa non ce l’hanno, optano felicemente per un albergo o una struttura residenziale che consente l’accesso agli animali domestici. Certamente, rispetto agli anni scorsi, trovare un albergo pet friendly è diventato molto più semplice; questo anche per merito del web, dove con pochi clic si scelgono le caratteristiche desiderate nella zona di destinazione prescelta.

Come scegliere il posto giusto per le vacanze con animali domestici

Il posto giusto è ovunque. Quel che conta è spiegare in anticipo e con estrema chiarezza quali sono le esigenze di cui si ha bisogno per capire se la struttura in questione è in grado di accogliervi. In tutti i casi, il web può essere ancora una volta un supporto molto valido per la vostra scelta: leggendo le recensioni di un hotel o di un residence, infatti, potrete capire com’è stata l’esperienza di chi ha fatto l’esperienza prima di voi e – in base ai commenti – decidere se condividerla o meno con chi scrive.

Tuttavia, per chi sceglie di andare in vacanza con il proprio cane o gatto l’ideale è prendere informazioni a trecento sessanta gradi: ad esempio, è importante anche capire se nelle vicinanze della struttura che v’interessa c’è una zona in cui è possibile portare il nostro cane per bisognini e passeggiate. E’ importante, inoltre, anche che nelle vicinanze dell’albergo ci sia un veterinario che, in tutti i casi, va sempre consultato prima della partenza per capire se è necessario adottare qualche provvedimento particolare per tutelare il suo stato di salute durante la vacanza.

Cose da fare in vacanza con il proprio cane

Una volta trovata la sistemazione, quel che conta è anche stilare un programma giornaliero delle cose da fare insieme al vostro amato cane. Sappiate, quindi, che non è sufficiente portarsi dietro il cane per avere la coscienza a posto; non avrebbe senso, in effetti, portarselo in vacanza per restarlo chiuso in una stanza d’albergo. Quindi, è importante programmarsi delle cose fa fare insieme; un po’ di corsa nelle ore più fresche della giornata, ad esempio, è l’ideale per mantenersi in forma e far divertire il proprio cucciolo. In questo senso, la vacanza ideale per il vostro animale domestico sarebbe nelle vicinanze di un parco naturale; in questo caso, però, è bene informarsi sulle regole da rispettare prima di addentrarvi nel parco. Spesso, infatti, i cani sono ammessi solo con la museruola e vanno sempre tenuti al guinzaglio.

E’  triste notare come, nonostante l’Italia, abbia oltre 5000 chilometri di spiaggia, sono davvero poche quelle che consentono agli animali di accedervi. Inoltre, ai divieti si aggiungono multe anche molto salate e questo, naturalmente scoraggia i padroni ad accompagnarsi al mare con i propri amici a quattro zampe. Basti pensare che l’unico modo per capire quali sono le spiagge dove è possibile portare gli animali è quello di rivolgersi alla Capitaneria di porto o agli uffici del demanio. Inoltre, anche dove gli animali domestici sono ammessi, non è detto che sia possibile per loro farsi un bagno in mare: in molti casi, infatti, anche questo è severamente vietato. Tra le motivazioni più curiose di questo divieto, ad esempio, c’è quella di chi sostiene che i cani non possono fare il bagno per motivi d’igiene: molti, in effetti, sono convinti che i cani potrebbero fare i loro bisogni in acqua ignorando del tutto che in acqua non si assimilano odori e – di conseguenza – il cane non è stimolato a fare la pipì.

Regole da rispettare per chi va in vacanza con gli animali domestici

Per chi sceglie di viaggiare in auto con il proprio animale domestico, i padroni devono sapere che il cane o il gatto deve essere inserito nell’apposito trasportino; in caso di assenza, infatti, si rischia una multa anche in questo caso. Nel caso in cui gli animali fuori dal trasportino siano più di uno, è obbligatoria la rete divisoria tra il vano dove risiedono i nostri amici e il posto di guida. Inoltre, gli animali che viaggiano in auto devono essere costantemente idratati; a questo proposito, quindi, non deve mai mancare l’acqua ed è consigliabile che l’animale viaggi a stomaco vuoto per scongiurare la possibilità che rimetta. E ‘importante, inoltre, fare una sosta almeno ogni due ore; da questo punto di vista, le autostrade italiane sono dotate di ben 17 aree per cani Fido park. Infine, evitate di lasciarlo sotto il sole o di farlo sporgere con la testa dal finestrino: il vento forte, anche se caldo, potrebbe provocargli un’otite.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *