<

Cane Alaskan Malamute: caratteristiche e cose da sapere

Alaskan Malamute

Se siete alla ricerca di un cane e l’Alaskan Malamute vi ha conquistati, allora speriamo con questo articolo di rendervi consapevoli delle sue caratteristiche e delle sue necessità tipiche, per aiutarvi a creare con l’animale il rapporto più ottimale possibile.

Non è l’Husky

Molto spesso le persone le confondono, ma Alaskan Malamute e Siberian Husky – come del resto rivelano i loro nomi – sono due razze differenti. Se siete interessati agli Husky vi rimandiamo a questo articolo scritto qualche tempo fa, perché qui ci concentriamo sulla razza statunitense.

L’Alaskan è un cane con un carattere tendenzialmente doppio. Sa infatti essere molto tenero e dolce, ma ha un temperamento naturalmente dominante. Si tratta di caratteristiche che si porta dietro dalla sua vita originaria, quando veniva impiegato – appunto in Alaska – come cane da slitta per portare al lavoro i padroni.

Un impiego che richiedeva un carattere aperto e amichevole anche con le persone estranee, con cui ancora oggi tende a rapportarsi fin da subito non mostrando aggressività territoriale. Questo dovrebbe farvi capire che se cercate in lui un cane da guardia, avete sbagliato strada.

Dovete farvi vedere sempre decisi con lui, perché se l’Alaskan vi giudica incapaci di assumere un ruolo comando deciderà di assumerlo lui stesso, non ascoltandovi di buon grado e correggendovi o causando spiacevoli conseguente.

Siate quindi ben sicuri di poterlo istruire e gestire al meglio, e per questo dovrete essere ben consapevoli del comportamento del cane. L’Alaskan vi mette alla prova come padroni già da quando ha 12 settimane, per cui farete meglio a mostrarvi sempre pronti, facendogli capire chiaramente qual è il suo ruolo all’interno della vostra famiglia.

Questo cane fa parte del gruppo FCI 5, cani di tipo spitz primitivo, che abbiamo già conosciuto sia con l’Husky ma anche con il giapponese Akita Inu. Insieme a loro ci sono il Cane dei Faraoni, lo Spitz Giapponese e lo Shiba Inu.

Di solito l’Alaskan si porta a casa spendendo tra i 700 e i 1000 euro.

Origini e carattere

Poco si sa, in realtà, su questa razza nordica. L’Alaskan Malamute, come abbiamo già detto, è un cane da slitta che discende dal lupo artico, così come il Siberian Husky. In passato fu selezionato e poi addomesticato nell’Alaska Nord-Occidentale, dagli abitanti della regione Kotzebue River noti come Malemutes (o anche Mahlemuts), ovvero una tribù Inuit.

Questi cani sono obbedienti, molto intelligenti, tranquilli e fedeli, ma che mantengono una certa indipendenza pur dimostrando un amore e un affetto smisurati per il loro padrone. Sono anche cani molto puliti.

Come detto, quindi, un Alaskan di norma non dimostra aggressività  o diffidenza proprio perché storicamente abituato a relazionarsi anche con persone diverse dal suo padrone. Non è quindi un buon cane da guardia o da difesa. Inoltre il suo carattere istintivamente gerarchico e indipendente crea un rapporto col padrone unico e differente rispetto a quello che si crea con i pastori o i cani da guardia.

Un Alaskan tende a vedere la sua famiglia come il suo nuovo branco. Per questo motive dovete creare un rapporto sano, equilibrato e coerente con lui, senza eccessi e sempre consapevoli che con lui dovete sempre mostrarvi i leader, stabilendo voi le regole dei giochi e della vita di tutti i giorni.

Il suo carattere docile di cui si sta parlando fin dall’inizio lo rende particolarmente adatto alla compagnia dei bambini e a tutti coloro che possono dedicargli attenzioni quotidianamente. È perfetto anche per gli amanti della natura, che possono portarselo dietro nelle gite di trekking o altre attività all’aperto, come le escursioni.

Caratteristiche fisiche

L’Alaskan Malamute non si può certo definire un cane piccolo, ma anzi di dimensioni importanti e un fisico particolarmente potente, con un torace profondo e un corpo molto forte che si appoggia saldamente sugli arti. Il tutto gli conferisce un temperamento fiero, unito anche ad un’espressione sempre attenta a mostrare curiosità e interesse in ciò che lo circonda.

La testa è grande e profonda, ma non sgraziata: le proporzioni al corpo sono quelle corrette. Sul viso troverete sempre un’espressione dolce e amichevole, ad indicare il temperamento affettuoso del cane nei vostri confronti.

Il cranio è abbastanza arrotondato, specie dove si trovano le orecchie, e si restringe – appiattendosi – man mano che si avvicina alla regione degli occhi, tra i quali è presente un piccolo solco, creando infine delle guance smussate.

La linea del cranio e del muso si interrompono in basso, quando si incontrano. Il muso, comunque, si trova generalmente di tutti i colori (molto raro è il rosso, e se è presente molto probabilmente indica la contaminazione di altre razze) le labbra sono nere e aderenti, o marroni negli esemplari dal manto rossiccio.

Le mascelle sono grandi e i denti molto larghi, che vedono gli incisivi chiudersi a forbice. Le guance sono abbastanza piatte, mentre gli occhi sono obliqui, a forma di mandorla, non troppo grandi e di colore marrone (mai azzurri, tranne in rarissimi casi).

Le orecchie sono piccole rispetto alla testa e come tutte le razze simili (tra cui Husky e Akita Inu) presentano una forma triangolare con la punta arrotondata.

Il collo è leggermente arcuato, e molto forte. Il corpo dell’Alaskan Malamute è compatto anche se non raccolto, con ossatura proporzionata alla taglia e peso bilanciato. Il dorso è dritto, anche se scende leggermente verso la groppa.

La coda, alla base, prosegue e conclude la spina dorsale. L’animale, quando non “lavora, la tiene sopra il dorso ma non arrotolata né adagiata. Il pelo non è corto, ma anzi, possiede tanto pelo e sembra quasi una piuma ondeggiante.

Le zampe anteriori sono di ossa pesanti e sono particolarmente muscolose, dritte fino al metacarpo. Le spalle invece sono leggermente oblique. I metacarpi non sono particolarmente lunghi, e guardandoli di lato appaiono un po’ inclinati.

Le zampe posteriore sono larghe e, se viste posteriormente all’animale, si muovono in armonia e in linea con quelle anteriori, con una distanza che non è né troppo vicina né troppo lontana. Le cosce sono muscolose, le ginocchia un po’ inclinate.

I piedi presentano la tipologia scarpa da neve: sono molto resistenti e alti, dotati di cuscinetti imbottiti che hanno un aspetto compatto. I piedi sono poi larghi e presentano dita chiuse e arcuate, protette da un po’ di peluria. Le unghie sono molto spesse, dure, ma corte.

L’aspetto del cane di cui si è parlato finora gli conferisce un andatura potente, ferma ed equilibrata, molto agile se messa in relazione alla sua taglia. Per quanto riguarda l’altezza:

  • I maschi sono alti 5cm e pesano 38kg
  • Le femmine sono alte 5cm e pesano 34kg.

Pelo e mantello

Il pelo dell’Alaskan Malamute non è liscio ed è particolarmente fitto. Non lo incontrerete mai lungo né tantomeno soffice. È inoltre presente un sottopelo denso, oleoso e lanoso, e in generale la lunghezza (come in tutti i cani) varia a seconda della regione corporea.

Come detto, quindi, il pelo è corto e assume una lunghezza che potremmo definire media soprattutto ai lati del corpo, sulle spalle, sul collo, sulla groppa e sulla coda. In estate, dopo la muta, hanno un pelo meno fitto e ancora più corto.

I colori del mantello vanno dal grigio chiaro in tante sfumature, fino al nero, senza dimenticare degli esemplari color sabbia. Tante sono le combinazioni colori del sottopelo e dei contorni.

Di solito, gli unici esponenti di Alaskan Malamute monocromatici sono quelli interamente bianchi, visto che comunque in questa razza il bianco è un colore predominante soprattutto nella parte inferiore del corpo, e negli arti. Nonché nella maschera del muso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *