<

Certosino

il gatto certosino

COM’È FATTO

Il petto è ampio e le zampe non molto lunghe, come non molto allungata è la coda. Parimenti, la testa è ampia sul mento e le guance sono piene; il naso è largo e corto, mentre le orecchie sono piccole e ben distanziate tra loro. Grandi e rotondi gli occhi di color rame o arancio scuro per la maggior parte delle varianti di mantello; per gli esemplari dorati o argentati, gli occhi sono verdi.

 

COME SCEGLIERLO

Il mantello del Certosino è folto e felpato, nonché doppio, in quanto fornito di un fitto sottopelo. A differenza di altre razze a pelo corto, il mantello è leggermente sollevato e non schiacciato. I colori sono vari, ma il tipico Certosino ha il mantello argentato/grigio. Tutti i peli devono essere colorati fin dalla radice, tranne per le varietà argentate e Tabby (striate).

A CHI È ADATTO

L’Inglese a pelo corto è inglese pure nel carattere, in quanto è equilibrato, socievole ma molto orgoglioso. È adatto a persone che cercano un gatto che apprezza essere coccolato con moderazione e che non si affeziona in modo esagerato al proprio padrone. Il suo temperamento, tranquillo e socievole, lo rende adatto a vivere con altri gatti e animali domestici, nonché con i bambini.

 

DOVE TENERLO

Il Certosino non è un gatto che predilige la vita all’aria aperta, perciò è un ideale animale da appartamento. Il suo desiderio di uscire è davvero limitato, perciò potrebbe essere più che sufficiente l’accesso a un balcone, ove possibile.

 

LE SUE NECESSITÀ

È sufficiente spazzolare il Certosino una volta alla settimana, aumentando la frequenza in occasione della muta del pelo in primavera e autunno. Due volte al mese, occorre pulire occhi e orecchie; queste ultime sono una zona delicata per tutti i gatti, non solo per il British Shorthair.

 

MALATTIE E CURE

Non si registrano specifiche patologie o anomalie genetiche in questa razza di felino; tuttavia, la mole massiccia di alcuni esemplari limita fortemente i movimenti e la vitalità del gatto.

CIBI

Il Certosino mangia gli alimenti tipici per gatti, magari con l’aggiunta periodica di verdura e riso; ciononostante, è caratterizzato da un forte appetito, perciò se gli viene somministrato più cibo del dovuto, esso lo ingerirà con facilità, aumentando ulteriormente di peso.

One Response

  1. Paola Beretta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *