<

Sacro di Birmania

il gatto sacro di Birmania

Com’è fatto

Il sacro di Birmania si caratterizza per il suo pelo setaceo, privo o quasi di sottopelo. La varietà di colore più popolare è il seal point, con corpo guscio d’uovo, dorso beige dorato e zone point (maschera, orecchie, coda e zampe) marrone.

 

Come sceglierlo

Questo gatto presenta una testa dalla forma leggermente bombata ha le guance piane e un naso di media lunghezza. Le orecchie sono piccole e hanno le estremità arrotondate mentre gli occhi sono di forma ovale e di colore blu intenso.

 

 

A chi è adatto

Il sacro di Birmania è un gatto allegro, vivace, giocoso e famoso per la sua straordinaria dolcezza. Questo gatto è adatto ad un padrone paziente dal momento che ama stare sempre al centro dell’attenzione.

Dove tenerlo

Come tutti i gatti, anche questa razza ama la vita tra le mura domestiche ma, a differenza di altre razze, può essere portato fuori e tenuto al guinzaglio. In questo caso, però, il sacro di Birmania va abituato fin da piccolo altrimenti, in età adulta, sarà difficile addomesticarlo.

 

Le sue necessità

Il mantello di questo esemplare va spazzolato spesso – anche una volta al giorno – al fine di eliminare e rimuovere definitivamente il pelo morto. A differenza del pelo di altri gatti – i persiani, ad esempio, questo esemplare presenta un pelo che non tende quasi mai ad annodarsi. In genere, è consigliato lavarlo una sola volta all’anno.

 

Malattie e cure

Questa razza è molto robusta e non presenta nessun tipo di anomalia a livello genetico. In generale, i gatti di questa razza sono suscettibili al freddo intenso e al caldo torrido. Per queste ragioni, durante l’anno è bene tenerli sotto controllo ed evitare di sottoporli a temperature eccessive, sia in inverno che d’estate.

 

Cibi

Il sacro di Birmania mangia circa 100 grammi al giorno di mangime secco completo. In alternativa, questo gatto può mangiare 200 grammi di cibo fresco, a scelta tra carne o pesce. In genere deve mangiare almeno due volte al giorno. Dopo i 7-8 anni, è preferibile usare mangimi light per non appesantire eccessivamente le ossa.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *